Agenzia di sviluppo locale

Il GAL Titerno svolge una funzione di supporto per imprese, enti pubblici territoriali ed attori locali, facilitando l’accesso alle informazioni e favorendo la creazione di partnership locali per stimolare nuove dinamiche di sviluppo delle aree rurali.

Aree Interne: una strategia regionale

s.croce del sannio

CAPITALI TERRITORIALI LOCALI – Convegno a Santa Croce del Sannio, 5 maggio 2014 ore 9.30

“Valorizzare capitali territoriali locali, per invertire la tendenza allo spopolamento e all’invecchiamento dei territori e garantire lo sviluppo delle Aree Interne” è stato il tema dell’appuntamento di oggi a Santa Croce del Sannio, nell’incontro organizzato dal Comune beneventano, in collaborazione con l’ANCI Campania e il Dipartimento per la Programmazione Unitaria della Regione Campania.

Ad aprire la mattinata di lavori il Sindaco di Santa Croce del Sannio, Antonio Di Maria, che salutando i Sindaci e i rappresentanti dei GAL della Provincia di Benevento, ha voluto sottolineare la volontà dei Comuni dei Sistemi Territoriali di Sviluppo B5 e B6 di “fare sintesi” per una seria, efficace e partecipata progettualità per lo sviluppo delle Aree Interne della Campania.

Dopo l’introduzione di Francesco Iannuzzi, Presidente dell’ANCI Campania e Direttore Generale per lo Sviluppo Economico e le Attività Produttive della Regione Campania, che ha rappresentato ai partecipanti la passione e l’enorme lavoro dell’Associazione per tutti i Comuni campani, in vista della redazione di una proposta progettuale da presentare al Tavolo di Partenariato regionale, l’intervento di Maria Laura Esposito, di ANCI Campania, ha approfondito la classificazione e la distribuzione delle Aree Interne della Campania.

A seguire, l’intervento di Domenico Liotto, referente per le Aree Interne della Regione Campania, che ha sollecitato i rappresentanti dei STS A10 – Alto Matese, B5 Alto Tammaro e B6 Titerno, quale territorio qualificato alla realizzazione di un progetto-pilota per lo sviluppo delle Aree Interne, ad individuare al più presto una strategia: i Comuni che intendano sviluppare proposte integrate devono avviare un ragionamento serio rispetto alle forme di governance da attuare, quali le Unioni di Comuni formalmente costituite e i GAL, al fine di integrare le politiche ordinarie di gestione dei servizi pubblici e gli investimenti aggiuntivi attraverso fondi UE.

A chiudere i lavori, il Sindaco Antonio Di Maria, ha voluto rendere partecipi i rappresentati dell’ANCI e della Regione Campania della sottoscrizione di un Protocollo d’intesa tra i Comuni di Campolattaro, Castelpagano, Cerreto Sannita, Circello, Colle Sannita, Cusano Mutri, Fragneto L’Abate, Fragneto Monforte, Morcone, Pietraroja, Pontelandolfo, Reino, San Lupo, San Lorenzo Maggiore, Santa Croce del Sannio, Sassinoro, San Salvatore Telesino, per la costituzione – ex art. 30, D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., dell’Associazione “Sannio Smart Land”, un’associazione di Comuni, per il coordinamento, l’attuazione e la gestione associata in materia di sviluppo, pianificazione strategica e programmazione, nonchè la promozione dei Comuni del Sannio beneventano per il raggiungimento di obiettivi di sviluppo condivisi, superando ogni “localismo” e favorendo la produttività, la coesione sociale e la cooperazione, nel pieno rispetto dello spirito della programmazione europea.

Scarica Allegato